COSA FACCIO

Sono troppo curiosa&irrequieta per stare solo dietro ad una scrivania. Questo l’ho capito quasi subito, dopo il mio primo “impiego” in una nota e gigante azienda di sportswear. Quindi ho dato inizio alla mia impresa, dove a soli 24 anni ho messo in piedi il mio sogno sotto forma di “Open, Concept Store for Happy People“. Non era solo un negozio, ma un contenitore di moda, design, libri, eventi, mostre, studio di comunicazione: lo spazio perfetto dove far vivere le idee, mie e delle mie due socie. Purtroppo anche i sogni finiscono, l’importante è non perdersi d’animo. Da allora non mi sono fermata un attimo, tra consulenze stilistiche e sviluppo di nuovi progetti, tra i quali Temporary Store ed eventi. E’ grazie alle mie esperienze sul campo che alla fine sono approdata come docente di Visual e Marketing al Polimoda e successivamente come guest trainer al GSC di Amman, Giordania. Sono anche docente in alcuni corsi del progetto Let’s do it. Dal 2010 ho la mia mini collezione di street-a-porter, Pygiama&Superstar. E nel 2012 ho pubblicato il mio primo libro, “La Bruttina che conquista“, seguito nel 2013 dal secondo, “Come tenersi un uomo dopo averlo conquistato“. Grazie a queste due pubblicazioni sono ospite fissa tutti i venerdì nel programma radiofonico “Mario&TheCity” su M2O. E così vado avanti… 😉

MeryProf

Per curiosare tra i miei lavori basta andare qui, ci troverai più o meno tutto, dai workshop ai libri alle vetrine: www.morgatta.com 

PUBBLICAZIONI

Ho sempre riempito quaderni e diari. Ho scritto un tema in napoletano a 8 anni. Mi hanno sempre detto che ero più brava a scrivere che a disegnare. Ma io mi ero piccata che volevo fare la stilista. La vita, però, a volte fa giri strani, stranissimi, ed ecco che dal web-writing sono passata alla carta stampata, un po’ per caso, un po’ per culo, un po’ perché tanto schifo non faccio…(o almeno così dicono) 😉 PS: I libri sono ancora in vendita, così, per dire…

995201_433719030067590_2005739839_n

OTTOBRE 2012, “La Bruttina che conquista-Manuale Semiserio di Seduzione” di Marina Savarese, Ink Edizioni

Già la bellezza. Chi non vorrebbe essere nata bella? Alta, magra, con grandi occhi chiari, nasino alla francese, bocca carnosa, un volto amorevole incorniciato da morbidi e lucenti capelli, con delle belle gambe, sedere scolpito (senza bisogno di distruggersi ore e ore in palestra) e due belle tette a completare il tutto? Se questo privilegio non vi è toccato, non disperate. Bruttine si nasce, ammaliatrici, ironiche, sexy si diventa. Se poi sei intelligentissima, super seducente e con uno stile perfetto appiccicato addosso come Lola, il gioco è fatto.
Come una lattina di vernice rossa lanciata qua e là ad occhi chiusi, La Bruttina che conquista, (INK, in libreria il 24 ottobre, 112 pagine, 12,50 euro), primo manuale semiserio di seduzione ad uso delle non belle, è un pieno di sarcasmo, realismo, divertimento, soluzioni. Ironica web-writer e blogger, forte della propria esperienza (e di una nutrita cerchia di amici femmine e maschi “disposti a parlare”), Marina “Morgatta” Savarese conduce le lettrici e i lettori con tono semiserio e penna lieve, mai volgare anche quando si parla in maniera esplicita di sesso, alla scoperta del proprio potenziale seduttivo nascosto. Essere bruttine non è una tragedia, anzi, si può rivelare un gioco divertente in grado di regalare piccole rivincite e immense soddisfazioni! Una «minuziosa presa di coscienza dei punti di forza e dei punti di debolezza, la meticolosa coltivazione dell’autostima come fosse un campo di carciofi, una serie di operazioni (non chirurgiche) mirate al raggiungimento di uno stato di pace e accettazione di sé sono un percorso necessario per uscire dal tunnel ed entrare tronfie e trionfanti a fianco di tutte le fighe della terra. Ogni donna è in grado di sedurre ed essere figa è uno stato mentale! Ma il messaggio è più ampio: anche se spesso appare grigia, la vita è colore, a venti, trenta, quaranta… e così via. E come tale deve essere vissuta!

30 MAGGIO 2013, “Come tenersi un uomo-dopo averlo conquistato” di Marina Savarese, Ink Edizioni

La Bruttina torna a dispensare consigli…questa volta prendendo di mira i signori “maschietti”!
L’uomo giusto? Non c’è. E la storia dell’altra metà? Da non credere. Se però, Bruttine o no, siete riuscite a conquistarne uno “Adatto”, (più duttile, più credibile, ma soprattutto più reale) è ora di saggiare la resistenza dei vostri nervi e affilare le lame del vostro ingegno per riuscire a tenervelo. Fidanzato, amante, “trombamico”, compagno, marito, “uscente”, hanno tutti bisogno di essere tenuti, in modi diversi, seguendo alcune semplici regole, una tra tutte: l’io viene prima del noi. Sì perché solo una volta a posto con noi stesse potremo lavorarlo bene! E con tutte le armi che abbiamo, personalità, intelligenza, curiosità, tattiche più o meno lecite, ma soprattutto con il sesso che più che un’arma è un dovere sociale, ce lo terremo stretto. E se non dovesse valerne la pena? Lo lasceremo andare con eleganza (se ne farà una ragione, si spera). Sequel de La bruttina che conquista, Come tenersi un uomo (INK, 150 pagine, 9,90 euro, in libreria dal 1 giugno) è un viaggio nella fauna variegata degli stereotipi e delle caricature del maschio, dal peggio al meno peggio, con relative sfumature. Perché l’esemplare maschio della nostra specie, si sa, è tutto un mondo a parte. E il nemico con cui vi proponete di andare a letto vita natural durante (oddio, sicure?) va conosciuto bene (prima di farsi fare la pelle o di fargliela a lui).

PYGIAMA&SUPERSTAR

La moda l’ho amata, studiata, odiata, rifiutata e di nuovo amata. A modo mio. Odio i fashion victim, quelli che “esiste solo il bianco e nero” e chi si prende tropo sul serio. La moda è un fantastico mondo dell’effimero e come tale va considerato. Life it’s too short to take style too seriously“…e su quest’onda ho deciso di dire la mia, creando Pygiama&Superstar. Capi comodi, veloci, pratici, divertenti, sexy, colorati e ironici per donne che non hanno paura di osare. Il tutto eticamente prodotto in Italia in maniera semi-artigianale, utilizzando manodopera locale, tessuti italiani, fornitori italiani e design italiano (ovviamente). Qualità, cura, dettagli. Amore e passione con la quale sono fatte le cose. Perchè la felpa non è solo una “felpa”, è qualcosa di cui ti innamori, che al tatto ti conquista, che indossandola ti avvolge, ti protegge, ti scalda. Perché in un mondo rapido e incerto, qualcosa che dura e non si deteriora è anche una piccola (anche se inutile) certezza. Perché non c’è bisogno di comprare una cosa al giorno, ne basta una ogni 6 mesi. Perchè le mode passano, ma i veri “must” restano.

5

FEMALE JAM

L’hop hop è l’altra mia passione. Ballo da sempre, insegno da più di 13 anni, consumo musica quotidianamente e dal 2008 cerco di spingere questa cultura nel nostro Paese organizzando “Female Jam“, un evento che promuove la scena hip hop femminile in tutte le sue arti. Nata come una scommessa personale, ora è un appuntamento fisso grazie anche alla mia socia, Federica Loredan. Danza, musica, street art, cuciti insieme con classe, cura e amore: anno dopo anno alla ricerca e scoperta di nuove discipline, nuovi personaggi, nuovi modi di comunicare, integrare e divertirsi. Autoprodotta, autofinanziata, autentica!!!

FullSizeRender

3 pensieri su “COSA FACCIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...