PUBBLICAZIONI

Ho sempre riempito quaderni e diari. Ho scritto un tema in napoletano a 8 anni. Mi hanno sempre detto che ero più brava a scrivere che a disegnare. Ma io mi ero piccata che volevo fare la stilista. La vita, però, a volte fa giri strani, stranissimi, ed ecco che dal web-writing sono passata alla carta stampata, un po’ per caso, un po’ per culo, un po’ perché non sono così male…(o almeno così dicono) 😉

995201_433719030067590_2005739839_n

MAGGIO 2017, “Firenze al Femminile” guida turistica d’autore, di Marina Savarese, Morellini Editore

Firenze è Firenze: culla del Rinascimento, terra di poeti, artisti e geni creativi. Firenze, città dalle mille chiese, palazzi, affreschi, pezzi di storia che sbucano da ogni angolo. Firenze con il suo Arno che la divide in due per poi ricucirla con i suoi 10 (+2) ponti dai quali ammirare tramonti mozzafiato ornati di campanili e terrazze. Firenze e i fiorentini, innamorati della loro città (e della Fiorentina) più che delle loro mamme. Firenze di Dante, Michelangelo, del Brunelleschi, del David e del Magnifico. Tutti omini? Sembra, ma dietro ad ogni grande uomo c’è sempre una grande donna: senza Beatrice Dante l’avrebbe scritta quella Commedia così Divina? E senza l’Elettrice Palatina, avremmo in città tutte le meraviglie che vengono ad ammirare da ogni parte del Mondo? E ancora lo sapevate che macarons e forchetta sono merito della bruttina ma ganzissima Caterina de’ Medici? Dalle nobildonne fiorentine alle moderne imprenditrici, una divertente guida al femminile che ti porterà in giro per una delle città più belle del mondo, a scoprire chiassi, vicoli, mercati all’aria aperta, gallerie e negozi di moderni artigiani, per poi farti finire a sorseggiare cocktail prima di una tipica cena toscana. Antiche memorie e vita contemporanea raccontate con accento ed ironia tutte toscane. Una guida fatta di storie e personaggi: perché le città non le fanno i muri, ma le persone.

Con le fotografie di Erika Bastogi

NOVEMBRE 2016, “Sfashion, La Moda come non te l’hanno mai raccontata“, di Marina Savarese, Morellini Editore

Viviamo un momento storico in cui tutto diventa orribile tendenza. Le fashion blogger vengono elevate a guru grazie a discutibili guide allo stile, veniamo bombardati di must-have mentre ci consigliano di andare in giro vestiti tutti uguali, e il sistema produttivo spinge a consumare senza freni. È allora giunto il momento di Sfashion, una bibbia semi-seria di controtendenza che in maniera sincera, ironica e consapevole sparge un po’ di polvere sul luccicante universo fashion. Ce n’è per tutti e tutte: per i mitici e utopici must-have, per i trend contemporanei senza senso, per le fashion blogger tutte superlativi e outfit usciti dalle catene di pronto moda, per chi vende ideali estetici irreali instillando quintali di paranoie, per chi vive consumando a dismisura, per chi adotta comportamenti orrendi vestito di tutto punto (che lo stile passa anche dall’atteggiamento). Un saggio tagliente che fa riflettere, ridendo, su un mondo che troppo spesso si prende troppo sul serio, riportandolo ad appannaggio dei comuni mortali, svincolandoli dal peso estetico del “o sei trendy o sei out”. Perché la verità è che tra moda e stile c’è di mezzo la tanto decantata personalità. E se ti senti figa in tuta da ginnastica puoi fare a meno del tubino nero nell’armadio. Sfashion is the new black. Tutto il resto è Moda.

Con la prefazione di Mariolina Simone
Le illustrazioni di Enrica Mannari
I preziosi contributi di:
Sara Piccolo Paci
Anna Venere
Valentina Mancuso
Ed un’intervista esclusiva a
Debra Rapoport (una delle ladies di Advanced Style)

img_2749

—>In tutte le librerie reali e virtuali, anche in formato eBook!!!

OTTOBRE 2012, “La Bruttina che conquista-Manuale Semiserio di Seduzione” di Marina Savarese, Ink Edizioni

Già la bellezza. Chi non vorrebbe essere nata bella? Alta, magra, con grandi occhi chiari, nasino alla francese, bocca carnosa, un volto amorevole incorniciato da morbidi e lucenti capelli, con delle belle gambe, sedere scolpito (senza bisogno di distruggersi ore e ore in palestra) e due belle tette a completare il tutto? Se questo privilegio non vi è toccato, non disperate. Bruttine si nasce, ammaliatrici, ironiche, sexy si diventa. Se poi sei intelligentissima, super seducente e con uno stile perfetto appiccicato addosso come Lola, il gioco è fatto.
Come una lattina di vernice rossa lanciata qua e là ad occhi chiusi, La Bruttina che conquista, (INK, in libreria il 24 ottobre, 112 pagine, 12,50 euro), primo manuale semiserio di seduzione ad uso delle non belle, è un pieno di sarcasmo, realismo, divertimento, soluzioni. Ironica web-writer e blogger, forte della propria esperienza (e di una nutrita cerchia di amici femmine e maschi “disposti a parlare”), Marina “Morgatta” Savarese conduce le lettrici e i lettori con tono semiserio e penna lieve, mai volgare anche quando si parla in maniera esplicita di sesso, alla scoperta del proprio potenziale seduttivo nascosto. Essere bruttine non è una tragedia, anzi, si può rivelare un gioco divertente in grado di regalare piccole rivincite e immense soddisfazioni! Una «minuziosa presa di coscienza dei punti di forza e dei punti di debolezza, la meticolosa coltivazione dell’autostima come fosse un campo di carciofi, una serie di operazioni (non chirurgiche) mirate al raggiungimento di uno stato di pace e accettazione di sé sono un percorso necessario per uscire dal tunnel ed entrare tronfie e trionfanti a fianco di tutte le fighe della terra. Ogni donna è in grado di sedurre ed essere figa è uno stato mentale! Ma il messaggio è più ampio: anche se spesso appare grigia, la vita è colore, a venti, trenta, quaranta… e così via. E come tale deve essere vissuta!

30 MAGGIO 2013, “Come tenersi un uomo-dopo averlo conquistato” di Marina Savarese, Ink Edizioni

La Bruttina torna a dispensare consigli…questa volta prendendo di mira i signori “maschietti”!
L’uomo giusto? Non c’è. E la storia dell’altra metà? Da non credere. Se però, Bruttine o no, siete riuscite a conquistarne uno “Adatto”, (più duttile, più credibile, ma soprattutto più reale) è ora di saggiare la resistenza dei vostri nervi e affilare le lame del vostro ingegno per riuscire a tenervelo. Fidanzato, amante, “trombamico”, compagno, marito, “uscente”, hanno tutti bisogno di essere tenuti, in modi diversi, seguendo alcune semplici regole, una tra tutte: l’io viene prima del noi. Sì perché solo una volta a posto con noi stesse potremo lavorarlo bene! E con tutte le armi che abbiamo, personalità, intelligenza, curiosità, tattiche più o meno lecite, ma soprattutto con il sesso che più che un’arma è un dovere sociale, ce lo terremo stretto. E se non dovesse valerne la pena? Lo lasceremo andare con eleganza (se ne farà una ragione, si spera). Sequel de La bruttina che conquista, Come tenersi un uomo (INK, 150 pagine, 9,90 euro, in libreria dal 1 giugno) è un viaggio nella fauna variegata degli stereotipi e delle caricature del maschio, dal peggio al meno peggio, con relative sfumature. Perché l’esemplare maschio della nostra specie, si sa, è tutto un mondo a parte. E il nemico con cui vi proponete di andare a letto vita natural durante (oddio, sicure?) va conosciuto bene (prima di farsi fare la pelle o di fargliela a lui).

PS: Entrambi i libri li potete ordinare online, su Amazon e IBS, o dal vostro libraio di fiducia. Se invece li volete da me (e con in omaggio i segnalibri personalizzati) basta scrivere a marina@morgatta.com

IMG_3339