Morgatta&TheCity: Tasso Hostel, the place to be!

A chiunque mi chieda “Mi suggerisci un posto dove pernottare a Firenze senza spendere un capitale?” la riposta arriva rapida e decisa “Vai all’Ostello Tasso” (e non semplicemente per una questione banalmente economica, anzi)! Mi sono innamorata di questo posto fin dalla prima volta in cui ci ho messo piede (circa un anno fa, nonostante abbia aperto nel 2012). Perchè è uno di quei posti in cui entri e ti sembra di non essere a Firenze…e nello stesso tempo sembra di essere a casa. Per questo  chiamarlo “ostello” è semplicemente riduttivo.
lounge room 1Il Tasso non ha niente a che vedere con i tipici squallidi rifugi per viaggiatori squattrinati che attraversano il mondo in compagnia del loro zaino. Aperto nel vecchio convento di Santa Maria del Tasso, dall’esterno non racconta niente di che, con la sua sobria targa di metallo che ne segnala appena la presenza lungo l’alberata via villani (quella che da piazza Tasso sale verso…l’alto). La vera magia succede appena entri, dove ad accoglierti c’è sempre (24 ore su 24) uno dei giovani e sorridenti ragazzi dello staff. (una rarità, considerati i musoni impalati che solitamente ti accolgono negli alberghi).tasso1IMG_5023Il lampadario-mappamondo che sovrasta l’ingresso ti proietta già in una dimensione internazionale: un’oasi per pellegrini provenienti da ogni parte del Mondo, un luogo di incontro e di scambio multiculturale (sia proprietari che dipendenti parlano tantissime lingue). Quando prosegui ed entri nella sala centrale, invece, vieni trasportato direttamente in un caffè-teatro degli anni 20…(e già mi ci vedo con vestito di frange a ballare charleston con una piuma in testa)!bar  stageGli arredi vintage, i bauli, i tappeti, il bancone del bar specchiato con i panchetti alti ed il mini-palco in fondo sono il pezzo forte dell’Ostello. Luogo di accoglienza, per le colazioni degli ospiti, ma anche sala per intrattenimenti di varia natura che vengono organizzati dallo Staff. Non è raro che serate, concerti, presentazioni e mini-mercati vedono come location ideale questa sala dal sapore retrò. Questo perchè “Ostello Tasso crede nella promozione dei musicisti locali e internazionali, poeti, attori, registi, stilisti e artisti. Un luogo multifunzionale, alternativo e vivace che abbraccia ogni espressione creativa attraverso lʼincontro, lo scambio di idee e di opinioni.” Dallo swing ai live, dalla poesia al teatro, il calendario degli happening è fitto (e potete rimanere sempre aggiornati seguendo la pagina FB).tasso2 tasso3A disposizione dei clienti anche la luminosa cucina che affaccia sul patio esterno, godibile dalla primavera in poi per leggere un libro o fare quattro chiacchiere con gli altri ospiti dell’ostello…Tutti gli ambienti sono semplici ma estremamente curati, rifiniti in ogni minimo dettaglio. Pulizia compresa!!! Perchè anche l’occhio vuole la sua parte…e, diciamo la verità, il 90% degli ostelli che si trovano in giro per l’Italia sono dei posti squallidi e tristi. Questo NO! 😉tasso4 Anche le 12 “design rooms” sono tutte diverse, basiche ma alle quali non manca niente. La struttura è dotata di lavanderia e connessione wifi gratuita. Il team dell’ostello è super disponibile a dare indicazioni sui locali più alternativi, organizzare tour, prenotare musei così come ristoranti, portarvi alla scoperta dei luoghi meno turistici e più inusuali di Firenze. (e non certo perchè pagati o perchè legati da strani accordi commerciali, ma perchè mossi dalla voglia di promuovere le eccellenze alternative spesso sconosciute ai più!)tasso5Ovviamente non ho mai pernottato in Ostello, ma ci ho mandato diversi ospiti che si sono trovati davvero bene. E in più, lo scorso 8 marzo, ho avuto l’intera sala a disposizione per organizzare un aperitivo per i miei “guest” della Female Jam…e nessuno voleva venire via di lì (me compresa)!!! tasso6

L’ostello Tasso è un ottimo rifugio, sia per i forestieri che per i residenti che vogliono evadere in un’atmosfera diversa da tutte quelle presenti in città…E, dimenticavo, fa parte anche lui del progetto Unusual Florence! Info, prezzi e prenotazioni sul sito (che è fatto parecchio bene anche quello). Bravi!Schermata 2014-03-24 a 14.54.29

In Florence, this is the place to sleep, to drink, to live…to be!!! 😉

#5 Scoprendo…CUP of MILK

ihatemamasdi Federica Primavori 

Chi ha aperto il mio armadio lo sa, tutti i miei vestiti sono neri, con giusto qualcosina di bianco qua e là! In realtà, con la maternità ho aggiunto diversi capi blu, ma di colore vero e proprio non se parla. L’armadio di Giuditta invece è un tripudio di colore!!!01-armadio-di-giuditta

Secondo me i vestiti per bambini devono essere così, colorati e divertenti, adatti alla loro età! Il nero? Assolutamente vietato! Da brava mamma, oltre al colore, presto attenzione ad altre caratteristiche: la qualità del tessuto, preferibilmente in fibre naturali come il cotone organico, e la comodità del capo, per consentire a Giuditta la massima libertà di movimento. Tutte queste caratteristiche le trovo da Cup of Milk a Firenze.02-cup-of-milk

Quando Carlo e Laura, i giovani proprietari di Cup of Milk, hanno deciso di aprire un negozio di abbigliamento per bambini hanno scelto di proporre alla clientela solo marchi di qualità, dalle collezioni colorate e divertenti confezionate con materiali naturali.03-abbigliamento-cup-of-milk 04-abbigliamento-cup-of-milk

La scelta è ricaduta quindi su marchi d’abbigliamento perlopiù scandinavi (Mini rodini, Poupshop, Soft gallery, Bang bang Copenhagen, Bellio) e olandesi (Kidcase, Imps and elfs), originali e dal buon rapporto qualità-prezzo, insieme allo spagnolo Bobo choses e al marchio italiano di scarpe Sonatina.05-abbigliamento-cup-of-milk

Mi sono innamorata di questo negozio dalla prima volta che l’ho visto, complice l’arredamento, essenziale, pulito, dalle tinte tenui e fluo insieme, perfetto per una cameretta! Come perfette potrebbero essere le nuvolette in feltro di The Butterflying o i nastri adesivi decorativi giapponesi Masking Tape.06-cup-of-milk07-cup-of-milkTra pochi giorni, esattamente dopo un anno dall’apertura, Cup of Milk sarà anche online. Sul sito cupofmilk.it sarà possibile acquistare dall’Italia e dall’Europa. Attenzione mamme fiorentine, voi potrete acquistare dal sito e ritirare l’ordine direttamente in negozio!08-cup-of-milk

Cup of Milk insieme a 100%birbe, di cui vi ho parlato un po’ di tempo fa, fa parte di Unusual Florence, un progetto che unisce 17 negozi non convenzionali del centro di Firenze!!! Se volete saperne di più leggete l’articolo della “zia” Mary…09-cup-of-milk

Cup of Milk, Borgo Pinti 6r 50121 Firenze

Morgatta&The City: appuntamenti natalizi raccomandati

Anche Firenze, ogni tanto, riesce a tingersi di colori interessanti e popolare il calendario di eventi degni di menzione e di una visita. Io, chiaramente, vi segnalo quelli più accattivanti, divertenti, stilosi ed alternativi. Per le dozzinali casette di legno armate di prodotti esterofili di dubbio gusto potete recarvi, come al solito, in Piazza S. Croce. 😉Schermata 2013-12-03 a 16.28.20Oggi, dalle 18 in poi, presso FLY (in borgo Pinti), un Art-aperitivo da non perdere: ExCentrica, un’expo di “avanguardisti ed altri animali rari” che interpreteranno attraverso le loro opere e creazioni il tema dell’eccentricità. Nel delizioso spazio di “Fashion Loves You”, sede della FUA (Florence University of Arts) verranno esposti i prodotti di Gattacicova (www.ilovegattacicova.it) e di QèC (qualcosa è cambiato, www.qualcosaecambiato.it) e le elaborazioni artistiche di Noumeda Carbone (autrice, tra l’altro, del meraviglioso flyer, www.noumeda.com) e Robyola Von Wünsch (www.robyola.it). Aule e laboratori mostreranno gli elaborati degli studenti e voi potrete perdervi in tutte queste meraviglie gustando l’aperitivo preparato dall’Apicius Culinary Arts Department of FUA ed assistendo alla performance danzata di Angelica Stella. Non passarci è un delitto!!!1462664_426890854106425_1350335393_o

Domenica 8 dicembre, a partire dalle 14 alle 20 lo spazio Magaza in via Santa Monaca 2 riapre le sue porte (anzi, la sua “porticina accanto al portone“) per il Sunday Market. Ad attendervi una selezione di oggetti di design, abbigliamento vintage&nonvintage, dischi, t-shirt, quaderni e cover di Magaza Image Archive. Anche in quest’occasione la musica sarà protagonista con la selecta di Saeed Aman a partire dalle 16 mentre per l’aperitivo vero e proprio bisognerà aspettare le 18.00. Tante cose belle da vedere, ma soprattutto…”gente ganza” con cui intrattenersi (che mi sembra l’ideale visti i tempi e quello che si trova di solito in giro per gli eventi). 😉

Manifesto UNUSUALFLORENCE MERCATINO NATALE A2 DEFINITIVO_RGB-1Vi avevo già parlato di “Unusual Florence” e di quanto queste realtà fossero originali perle rare nel panorama fiorentino. Ecco che le conferme di questa mia idea continuano ad arrivare. Il 15 dicembre i ragazzi hanno organizzato un “Unusual Market” natalizio che si terrà presso l’Ostello Tasso (una delle 16 realtà appartenenti “alla mappa”) dalle 12.00 alle 22.00. Prodotti selezionati da questi selezionati store vi aspettano nella cornice retrò dell’ostello: un’opportunità per visionare tutte le proposte di questi negozi in un’unica location e soprattutto in una domenica pomeriggio condita dalle leccornie di Ambè e da un sottofondo sonoro accuratamente studiato per tutte le fasce orarie. A cominciare, alle 15, da “Les Miroirs“, una quattro mani al pianoforte con scelta musicale rivisitata in chiave personale. Alle 17 il live bizzarro e retrò di “Cicco e Cipo” mentre per l’aperitivo salirà in consolle Mirko Peralta. Insomma, anche in questo caso, Unusual Market è un’ottima occasione per trovare regali originali, passare una domenica diversa e conoscere queste realtà tutte insieme. Ma se siete “usual&boring people” potete restare a girare per i soliti Centri Commerciali…553822_757948920885819_178508823_nInfine il mondo on-line di Buru-Buru (anche di loro vi avevo già parlato qui) già dal 15 novembre ha cominciato a tingere l’aria di natale con special products e offerte di prodotti particolari selezionati anche per fasce di prezzo. Come al solito, il design e l’originalità sono alla base delle produzione dei “crafter” presenti nel sito; come, ad esempio, le palle di natale isteriche di Elyron, le t-shirt stampate con i lego di Printable, le cuffie/serre per piante da terrazzo di Officinasilke, i gioielli in ceramica di Malfatti Manufatti, i giochi irresistibili di Progetti in corso…Palle di Natale 2013_ElyronTante idee per i più grandi, per i piccoli, per lui, lei, l’altra…(o gli altri). Dall’abbigliamento agli accessori, dal design ai poster stampati. Quando c’è carenza di stimoli e di idee, questo è un posto da consultare. Belove_Jonathan Calugi

Questi eventi sono accomunati da una cosa a mio avviso indispensabile: l’amore e la passione con cui tutti si sbattono quotidianamente per riuscire a portare avanti degnamente il proprio lavoro (soprattutto in questi periodi). Per questo vanno sostenuti&supportati. Sempre. Per questo, prima di andare a spendere ed alimentare il business non sempre onesto dei mega-marchi, forse sarebbe meglio spingere e favorire il design locale ed indipendente. Forse…

Segnato tutto? Bene, ci vediamo in giro 😉 

#1 SCOPRENDO…100% BIRBE

di Federica Primavori

Le grandi catene di negozi, dall’abbigliamento al design, hanno semplificato le nostre vite. Ora chiunque può comprare ciò che gli serve nel momento in cui gli serve grazie ad un’ampia scelta di prodotti (capaci di soddisfare tutti i desideri) a prezzi contenuti. Così diventa facile arredare casa, il negozio o l’ufficio e rinnovare l’armadio ad ogni cambio di stagione. Si però che noia! Tutti vestiti uguali, tutte le case arredate uguali!!! C’è bisogno di un tocco di originalità, non credete? Ecco, sono pronta a condividere con voi tutti i negozi, negozietti e mercatini in cui trovare cose uniche e originali per “decorare” la vita dei vostri bambini! (O più semplicemente per fare un regalo particolare!!)
06

Come un’ape dal miele sono stata attratta dalle stoffe colorate e divertenti con cui Costanza, la proprietaria di 100% Birbe, confeziona bambole, bavaglini, fasciatoi da viaggio, zainetti e tante altre cosine.

01-1

03-1

Costanza compra le stoffe durante i suoi viaggi all’estero, un metro quadrato per ogni fantasia, che lei combina creando originali pezzi unici! Per Giuditta ha cucito il sacchettino per l’asilo. Ho potuto scegliere la stoffa, tra quelle che al momento aveva a disposizione, e il modello, tra una serie di prodotti già confezionati e pronti per la vendita. Oltre ad essere un pezzo unico il sacchettino di Giuditta è pure personalizzato, Costanza ha infatti ricamato in un angolo il nome e il cognome della mia bambina!foto

Il negozio non è grande eppure offre un’ampia scelta di giocattoli (che difficilmente troverete nei megastore). Ci sono tanti giochi che io chiamo “intelligenti”, giochi capaci di stimolare la creatività dei bambini, giochi che insegnano a cucire, a dipingere, a scolpire, a cucinare, giochi che insegnano ai bambini come riciclare un vecchio paio di calze o costruire la maschera per il carnevale.

04

05

100% Birbe è un negozio che tutte le mamme, le nonne e le zie dovrebbero conoscere. Inoltre, è uno degli store inseriti nella mappa di Unusual Florence. Se siete a Firenze non potete non passarci, rimarrete soddisfatti!!

02-1 

100% Birbe, Borgo Ognissanti 2r 50123 Firenze

(Io, Zia Mery, ci sono stata insieme a Mamma Fede e devo dire che questo mondo-bimbo completamente personalizzato e dal gusto un po’ retrò un po’ “nordico” mi piace molto…quasi più dei marmocchi stessi…;P )

Da “Designer Zone” a “Unusual Florence”

Nel lontano 2007, quando ancora esisteva il mio amato Concept StoreOpen“, decisi di dare vita ad un’iniziativa chiamata “Designer Zone“: “Ecco che prende vita “Designer Zone”, ovvero l’ufficializzazione di un movimento creativo/culurale/commerciale che coinvolge una zona geografica ben precisa della città, quella che va dalla fine di Borgo degli Albizi, Borgo Pinti e Piazza dei Ciompi da un lato e via Verdi, piazza S.Croce, via De’ Benci e Corso Tintori dall‘altra. In quest’area stanno proliferando (alcune anche da parecchio tempo) diverse realtà giovani e creative: negozi, laboratori, atelier, concept stores e “cool places” nei quali si producono e si commercializzano prodotti di abbigliamento, accessori, oggettistica, editoria veramente innovativi ed accattivanti.” Il tutto prese la forma di una mappa distribuita nei vari punti vendita (autoprodotta, figurati se il Comune di Firenze spreca del tempo ad appoggiare REALMENTE i giovani) e di una serie di iniziative portate avanti…per pochissimo tempo (purtroppo).  locandinainsideIl cappelletto nostalgico serve ad introdurvi un’iniziativa similare che ho scovato qualche tempo fa, che mi ha fatto sorridere e allo stesso tempo piacevolmente notare come a Firenze ci siano ancora realtà innovative che hanno voglia di farsi conoscere in maniera non-convenzionale, autonoma e autogestita (meno male, aggiungo). Si chiama Unusual Florence ed è una mappa di attività uniche, originali e portate avanti da giovani pieni di idee. Un circuito alternativo dove trovare bar, ristoranti, atelier, boutique, saloni di bellezza e librerie dall’appeal insolito, diversi dai soliti spazi a cui siamo visivamente ed esteticamente abituati (almeno qui a Firenze).1376986_1421433424747422_60743984_nSedici le realtà appartenenti a questo giro, equamente distribuite nel centro storico della città, in location più o meno visibili al pubblico, ma comunque facili da trovare. Dopotutto, le cose belle vanno cercate, piccoli tesori nei quali imbattersi mentre cammini distrattamente tra i soliti colossi del Lusso e le solite catene del Cheap. Non passeggio spesso, ma tutti questi posti nei quali mi sono imbattuta hanno catturato il mio sguardo, chi per un motivo chi per un altro, accomunati da un gusto fuori dall’ordinario: dai negozi per bambini con prodotti ricercati, alle boutique vintage ben studiate nel visual, ai caffè-libreria con cucina vegetariana fino a piccoli angoli bio-retrò che servono vino in calici di cristallo rubati alla nonna…e messi anche in vendita!1377181_1422001751357256_1471941704_n

Un percorso ben studiato ed una serie di attività dal sapore europeo che per un attimo fanno pensare di essere in un’altra città. Una boccata d’aria fresca e di novità che riaccende le speranze (almeno per me) in mezzo al piattume e all’omologazione imperante (e devastante). Per questo massimo appoggio e divulgazione di questa iniziativa (e delle altre che sicuramente avranno in programma).

1384164_1422002051357226_145515204_n

Alcuni di questi posti li conosco molto bene, altri devo ancora scoprirli. Ma presto li vedrete apparire tra le pagine del blog uno per uno. Intanto ve li elenco (in tutti questi posti potete trovare la comoda mappa cartacea, ma sul FB trovate tutte le info):

AMBLE’, http://www.amble.it/main/

AND COMPANY, http://andcompanyshop.com/

AQUAFLOR, http://www.aquaflorfirenze.com/

BAMBOLE, http://www.bambole-hairdressing.it/

BJØRK, http://www.facebook.com/bjorkflorence

BOUTIQUE NADINE, http://www.boutiquenadine.it/

BOUTIQUE NADINE, http://www.boutiquenadine.it/

BRAC, http://www.libreriabrac.net/brac/

CERI VINTAGE, https://www.facebook.com/CeriVintage

CUP OF MILK, http://cupofmilkfirenze.blogspot.it/

I VISIONARI, http://ivisionari.com/

MAGAZA, http://magazaimagearchive.com/

MICHELE CHIOCCIOLINI, http://www.michelechiocciolini.it/

OSTELLO TASSO, http://ostellotassofirenze.it/

VOLUME, http://volume.fi.it/

100% BIRBE, http://www.100birbe.com/

Quando passate da Firenze, cercate la mappa di Unusual Florence…almeno, oltre ai soliti ed immancabili giri turistici, potrete perdervi in qualcosa di nuovo. Finalmente!!! (e se fate delle foto usate #unusualflorence per condividerle…) 😉