Neon, pattern, vintage e…Biancaneve!

Oggi ho fatto un riflessione sulla tendenza all’improvvisazione dell’insegnamento. Lo spunto mi è stato dato dalla presenza sul web di pubblicità di corsi di “scrittura per la rete” tenuti da gente che quotidianamente scrive-di-merda nei suoi webmagazine. C’è gente che non si fa scrupoli a vendere aria fritta. Quando un mio amico mi ha fatto notare che “chi non ha talento insegna” non mi sono sentita per niente risollevata, essendo anche io “insegnante”. Poi ha rettificato “te nn insegni…conduci sulla retta via”! Lusingata, ma non troppo, ho riflettuto ulteriormente sulla mia posizione: non so se conduco sulla retta via o semplicemente se non ho talento, so solamente che quello che insegno è frutto di quello che ho fatto, che cerco di passare la mia esperienza, la mia curiosità e le mie conoscenze. Senza filtri. Con il mio modo. Credo che questi pensieri affolleranno la mia testa ancora per un po’…nel frattempo, visto che si è conclusa un’altra edizione del mio corso di Visual al Polimoda, condivido con piacere il lavoro dei miei allievi…IMG_8016Tra i temi che gli ho proposto, il budget limitato e gli imprevisti dell’ultimo minuto, ecco cosa si sono inventati…

NEGOZIO: Moltissimo Bijoux, Via Palmieri. VISUAL: Luca Masselli, Tiziana Pulicanò, Giulia Zago. TEMA: Old Memories, New Stories.IMG_00000634 IMG_8011IMG_00000578 IMG_00000617

NEGOZIO: Boutique Nadine, Lungarno Acciaioli. VISUAL: Luisa Gentili, Irene Avagliano, Sergio Tamagnini. TEMA: Words, Letters, Types.

04 05 boutique nadine 0102

NEGOZIO: Toro Seduto, via melegnano. VISUAL: Barbara Mazzanti, Manuela Masella, Katiuscia Mori, Emmanuel Vargas Andrade. TEMA: Rock ‘n’ Neon.

DSC03556 DSC03574IMG_8030IMG_8035

NEGOZIO: 100% Birbe, borgo Pinti. VISUAL: Fabiola Bombana, Sara Galardi. TEMA: Superpattern.

IMG_8004 IMG_8005IMG_8023

E come al solito…dal vivo sono ancora meglio! In bocca al lupo ai ragazzi…;)

Da “Designer Zone” a “Unusual Florence”

Nel lontano 2007, quando ancora esisteva il mio amato Concept StoreOpen“, decisi di dare vita ad un’iniziativa chiamata “Designer Zone“: “Ecco che prende vita “Designer Zone”, ovvero l’ufficializzazione di un movimento creativo/culurale/commerciale che coinvolge una zona geografica ben precisa della città, quella che va dalla fine di Borgo degli Albizi, Borgo Pinti e Piazza dei Ciompi da un lato e via Verdi, piazza S.Croce, via De’ Benci e Corso Tintori dall‘altra. In quest’area stanno proliferando (alcune anche da parecchio tempo) diverse realtà giovani e creative: negozi, laboratori, atelier, concept stores e “cool places” nei quali si producono e si commercializzano prodotti di abbigliamento, accessori, oggettistica, editoria veramente innovativi ed accattivanti.” Il tutto prese la forma di una mappa distribuita nei vari punti vendita (autoprodotta, figurati se il Comune di Firenze spreca del tempo ad appoggiare REALMENTE i giovani) e di una serie di iniziative portate avanti…per pochissimo tempo (purtroppo).  locandinainsideIl cappelletto nostalgico serve ad introdurvi un’iniziativa similare che ho scovato qualche tempo fa, che mi ha fatto sorridere e allo stesso tempo piacevolmente notare come a Firenze ci siano ancora realtà innovative che hanno voglia di farsi conoscere in maniera non-convenzionale, autonoma e autogestita (meno male, aggiungo). Si chiama Unusual Florence ed è una mappa di attività uniche, originali e portate avanti da giovani pieni di idee. Un circuito alternativo dove trovare bar, ristoranti, atelier, boutique, saloni di bellezza e librerie dall’appeal insolito, diversi dai soliti spazi a cui siamo visivamente ed esteticamente abituati (almeno qui a Firenze).1376986_1421433424747422_60743984_nSedici le realtà appartenenti a questo giro, equamente distribuite nel centro storico della città, in location più o meno visibili al pubblico, ma comunque facili da trovare. Dopotutto, le cose belle vanno cercate, piccoli tesori nei quali imbattersi mentre cammini distrattamente tra i soliti colossi del Lusso e le solite catene del Cheap. Non passeggio spesso, ma tutti questi posti nei quali mi sono imbattuta hanno catturato il mio sguardo, chi per un motivo chi per un altro, accomunati da un gusto fuori dall’ordinario: dai negozi per bambini con prodotti ricercati, alle boutique vintage ben studiate nel visual, ai caffè-libreria con cucina vegetariana fino a piccoli angoli bio-retrò che servono vino in calici di cristallo rubati alla nonna…e messi anche in vendita!1377181_1422001751357256_1471941704_n

Un percorso ben studiato ed una serie di attività dal sapore europeo che per un attimo fanno pensare di essere in un’altra città. Una boccata d’aria fresca e di novità che riaccende le speranze (almeno per me) in mezzo al piattume e all’omologazione imperante (e devastante). Per questo massimo appoggio e divulgazione di questa iniziativa (e delle altre che sicuramente avranno in programma).

1384164_1422002051357226_145515204_n

Alcuni di questi posti li conosco molto bene, altri devo ancora scoprirli. Ma presto li vedrete apparire tra le pagine del blog uno per uno. Intanto ve li elenco (in tutti questi posti potete trovare la comoda mappa cartacea, ma sul FB trovate tutte le info):

AMBLE’, http://www.amble.it/main/

AND COMPANY, http://andcompanyshop.com/

AQUAFLOR, http://www.aquaflorfirenze.com/

BAMBOLE, http://www.bambole-hairdressing.it/

BJØRK, http://www.facebook.com/bjorkflorence

BOUTIQUE NADINE, http://www.boutiquenadine.it/

BOUTIQUE NADINE, http://www.boutiquenadine.it/

BRAC, http://www.libreriabrac.net/brac/

CERI VINTAGE, https://www.facebook.com/CeriVintage

CUP OF MILK, http://cupofmilkfirenze.blogspot.it/

I VISIONARI, http://ivisionari.com/

MAGAZA, http://magazaimagearchive.com/

MICHELE CHIOCCIOLINI, http://www.michelechiocciolini.it/

OSTELLO TASSO, http://ostellotassofirenze.it/

VOLUME, http://volume.fi.it/

100% BIRBE, http://www.100birbe.com/

Quando passate da Firenze, cercate la mappa di Unusual Florence…almeno, oltre ai soliti ed immancabili giri turistici, potrete perdervi in qualcosa di nuovo. Finalmente!!! (e se fate delle foto usate #unusualflorence per condividerle…) 😉