Fashion water, candies & city beach

Se non ti fa voltare lo sguardo, vuol dire che non funziona. Dopotutto “una vetrina che funziona è una vetrina che racconta qualcosa“! Lo dicono fior di Visual e lo ripeto sempre anche io durante i miei corsi di Visual Merchandising al Polimoda, perché le vetrine sono un potente (e sottovalutato) mezzo di comunicazione. E le allieve del mio ultimo corso (tutte donne a questo giro) sono state attente, curiose, creative e super organizzate. Grandi abilità manuali e un ottimo team work hanno dato vita a dei lavori professionali e assolutamente adatti ai negozi che gentilmente ci hanno ospitato. Molto contenta delle mie “bimbe”! 🙂

NEGOZIO: 100% Birbe, borgo Ognissanti. VISUAL: Chiara Faraoni, Valentina Camera, Giulia Palagi TEMA: Summer Vibes

foto 5foto 1 foto 2 foto 4

NEGOZIO: Fashion Room, Porta al Prato. VISUAL: Selena Guagnano, Shuang Wu  TEMA: Fashion Water

vetrina fashion water con polimoda20150518_123112IMG_8830 IMG_8831

NEGOZIO: La Gare 24, Borgo Ognissanti. VISUAL: Sasa Chen, Virginia Cabiddu, Greta Cinali TEMA: Super Stripes
IMG_5448 IMG_5452 IMG_5462IMG_7035Il prossimo corso partirà ad ottobre. Maggiori informazioni, come al solito, qui!

Arcobaleni, robot e fil di ferro: my students store windows!

Quest’anno a dare spazio ai miei studenti Polimoda del corso di Visual Merchandising sono stati diversi negozi aderenti al progetto “Fancy Florence“, una guida sui negozi “alternativi” e di qualità situati fuori dai soliti giri commerciali. Una sfida su 8 store che spaziano dall’arredamento all’abbigliamento, passando per giochi per bambini e scarpe fatte a mano. Una doppia difficoltà, quella di aver a che fare con prodotti non solo del campo “moda” e quella di doversi confrontare con diversi “clienti” da accontentare. Un doppio impegno dove gli imprevisti sono stati dei piccoli ostacoli da superare con l’arte dell’improvvisazione, dell’arrangiarsi e del creare soluzioni alternative istantanee. Dopotutto, anche questo fa parte di questo lavoro, dove non sempre dalla carta alla vetrina finita tutto va secondo i piani… 😉 Secondo me se la sono cavata egregiamente!!!Processed with Moldiv

NEGOZIO: Kartell, borgo Ognissanti. VISUAL: Marta Lualdi, Barbara Escobar Romero, Marina Ghirga TEMA: Pitti PartyIMG_3671IMG_3770 IMG_3771 IMG_3773NEGOZIO: L’Amico di Toro Seduto, via Melegnano. VISUAL: Marta Lualdi, Barbara Escobar Romero, Marina Ghirga TEMA: Flat Colors/Saldi

IMG_3796 IMG_3797 IMG_3810

NEGOZIO: 100% Birbe, borgo Ognissanti. VISUAL: Roberta Baldini, Ilaria Sarti, Emanuele Cecamore TEMA: RobotsIMG_3673 IMG_3686 IMG_3714 IMG_3717

NEGOZIO: Fashion Room, Porta al Prato. VISUAL: Roberta Baldini, Ilaria Sarti, Emanuele Cecamore TEMA: Flat Colors/Pitti Filati

IMG_3791 IMG_3792 IMG_3802 IMG_3803

IMG_3717

NEGOZIO: Tela Lintea, Borgo Ognissanti. VISUAL: Silvia Pulidori, Francesca Ferri, Garbiele Serra TEMA: Flat ColorsIMG_3677 IMG_3693 IMG_3695 IMG_3697 IMG_3702

NEGOZIO: SaskiaVISUAL: Silvia Pulidori, Francesca Ferri, Garbiele Serra TEMA: cose che pendono 😉IMG_3793 IMG_3795 IMG_379910931454_10205086709360597_4852034089341698085_n

NEGOZIO: La Gare 24, Borgo Ognissanti. VISUAL: Linda Carmona, Gilda Adornetto, Giovanni Kyriazis TEMA: WalkaboutIMG_3689PicsArt_12_01_2015 17_24_28 IMG_3719 IMG_3720

NEGOZIO: Giulia Materia, Sdrucciolo dei Pitti. VISUAL: Linda Carmona, Gilda Adornetto, Giovanni Kyriazis TEMA: Eco-LifeIMG_3805 IMG_3806 IMG_3807 IMG_3808Grazie a tutti i negozi che ci hanno ospitato e grazie ai miei studenti, che ogni volta mi regalano grandi soddisfazioni. Ora tocca a voi…in bocca al lupo!!!

Modern Jungle & Letters: new store windows from my Visual students @ Polimoda

Nel Visual la pratica è tutto. Quintali di teorie e finte regole possono essere sovvertite in ogni momento perchè ogni negozio è una realtà a se stante, con la propria struttura, il proprio concept, la propria storia. Ecco perchè la parte progettuale seguita da quella pratica sono quelle che preferisco. Imparare a sviluppare un’idea seguendo un mood preciso, realizzare un progetto grafico ed infine scontrarsi con quelle che sono le problematiche reali della “messa in scena” di un allestimento, è un percorso molto importante per chi ha intenzione di fare questo lavoro. Poi ci sono le capacità personali, la creatività, la curiosità, l’immaginazione…e l’arte di arrangiarsi. 😉 Questo edizione è stata atipica: pochi studenti ma molto motivati. E dalla loro curiosità, impegno e motivazione sono nate queste due vetrine…
visual0 NEGOZIO: 100% Birbe, borgo Ognissanti. VISUAL: Matteo Masi, Sara Foschiani, Viviana Abate. TEMA: Lettersvisual1 visual2 visual3 visual4 visual5 Visual6NEGOZIO: L’amico di Toro Seduto, via Melegnano. VISUAL: Antonella Malara, Alice Audino, Marcia GiorgiTEMA: Modern Junglevisual7 visual8 visual9 visual10 visual11 visual12

In bocca al lupo!!! E un grazie speciale a 100% Birbe e Toro Seduto che ci ospitano sempre volentieri. =) Il prossimo corso partirà ad ottobre. Ulteriori info le trovate qui.

Neon, pattern, vintage e…Biancaneve!

Oggi ho fatto un riflessione sulla tendenza all’improvvisazione dell’insegnamento. Lo spunto mi è stato dato dalla presenza sul web di pubblicità di corsi di “scrittura per la rete” tenuti da gente che quotidianamente scrive-di-merda nei suoi webmagazine. C’è gente che non si fa scrupoli a vendere aria fritta. Quando un mio amico mi ha fatto notare che “chi non ha talento insegna” non mi sono sentita per niente risollevata, essendo anche io “insegnante”. Poi ha rettificato “te nn insegni…conduci sulla retta via”! Lusingata, ma non troppo, ho riflettuto ulteriormente sulla mia posizione: non so se conduco sulla retta via o semplicemente se non ho talento, so solamente che quello che insegno è frutto di quello che ho fatto, che cerco di passare la mia esperienza, la mia curiosità e le mie conoscenze. Senza filtri. Con il mio modo. Credo che questi pensieri affolleranno la mia testa ancora per un po’…nel frattempo, visto che si è conclusa un’altra edizione del mio corso di Visual al Polimoda, condivido con piacere il lavoro dei miei allievi…IMG_8016Tra i temi che gli ho proposto, il budget limitato e gli imprevisti dell’ultimo minuto, ecco cosa si sono inventati…

NEGOZIO: Moltissimo Bijoux, Via Palmieri. VISUAL: Luca Masselli, Tiziana Pulicanò, Giulia Zago. TEMA: Old Memories, New Stories.IMG_00000634 IMG_8011IMG_00000578 IMG_00000617

NEGOZIO: Boutique Nadine, Lungarno Acciaioli. VISUAL: Luisa Gentili, Irene Avagliano, Sergio Tamagnini. TEMA: Words, Letters, Types.

04 05 boutique nadine 0102

NEGOZIO: Toro Seduto, via melegnano. VISUAL: Barbara Mazzanti, Manuela Masella, Katiuscia Mori, Emmanuel Vargas Andrade. TEMA: Rock ‘n’ Neon.

DSC03556 DSC03574IMG_8030IMG_8035

NEGOZIO: 100% Birbe, borgo Pinti. VISUAL: Fabiola Bombana, Sara Galardi. TEMA: Superpattern.

IMG_8004 IMG_8005IMG_8023

E come al solito…dal vivo sono ancora meglio! In bocca al lupo ai ragazzi…;)

#1 SCOPRENDO…100% BIRBE

di Federica Primavori

Le grandi catene di negozi, dall’abbigliamento al design, hanno semplificato le nostre vite. Ora chiunque può comprare ciò che gli serve nel momento in cui gli serve grazie ad un’ampia scelta di prodotti (capaci di soddisfare tutti i desideri) a prezzi contenuti. Così diventa facile arredare casa, il negozio o l’ufficio e rinnovare l’armadio ad ogni cambio di stagione. Si però che noia! Tutti vestiti uguali, tutte le case arredate uguali!!! C’è bisogno di un tocco di originalità, non credete? Ecco, sono pronta a condividere con voi tutti i negozi, negozietti e mercatini in cui trovare cose uniche e originali per “decorare” la vita dei vostri bambini! (O più semplicemente per fare un regalo particolare!!)
06

Come un’ape dal miele sono stata attratta dalle stoffe colorate e divertenti con cui Costanza, la proprietaria di 100% Birbe, confeziona bambole, bavaglini, fasciatoi da viaggio, zainetti e tante altre cosine.

01-1

03-1

Costanza compra le stoffe durante i suoi viaggi all’estero, un metro quadrato per ogni fantasia, che lei combina creando originali pezzi unici! Per Giuditta ha cucito il sacchettino per l’asilo. Ho potuto scegliere la stoffa, tra quelle che al momento aveva a disposizione, e il modello, tra una serie di prodotti già confezionati e pronti per la vendita. Oltre ad essere un pezzo unico il sacchettino di Giuditta è pure personalizzato, Costanza ha infatti ricamato in un angolo il nome e il cognome della mia bambina!foto

Il negozio non è grande eppure offre un’ampia scelta di giocattoli (che difficilmente troverete nei megastore). Ci sono tanti giochi che io chiamo “intelligenti”, giochi capaci di stimolare la creatività dei bambini, giochi che insegnano a cucire, a dipingere, a scolpire, a cucinare, giochi che insegnano ai bambini come riciclare un vecchio paio di calze o costruire la maschera per il carnevale.

04

05

100% Birbe è un negozio che tutte le mamme, le nonne e le zie dovrebbero conoscere. Inoltre, è uno degli store inseriti nella mappa di Unusual Florence. Se siete a Firenze non potete non passarci, rimarrete soddisfatti!!

02-1 

100% Birbe, Borgo Ognissanti 2r 50123 Firenze

(Io, Zia Mery, ci sono stata insieme a Mamma Fede e devo dire che questo mondo-bimbo completamente personalizzato e dal gusto un po’ retrò un po’ “nordico” mi piace molto…quasi più dei marmocchi stessi…;P )

Da “Designer Zone” a “Unusual Florence”

Nel lontano 2007, quando ancora esisteva il mio amato Concept StoreOpen“, decisi di dare vita ad un’iniziativa chiamata “Designer Zone“: “Ecco che prende vita “Designer Zone”, ovvero l’ufficializzazione di un movimento creativo/culurale/commerciale che coinvolge una zona geografica ben precisa della città, quella che va dalla fine di Borgo degli Albizi, Borgo Pinti e Piazza dei Ciompi da un lato e via Verdi, piazza S.Croce, via De’ Benci e Corso Tintori dall‘altra. In quest’area stanno proliferando (alcune anche da parecchio tempo) diverse realtà giovani e creative: negozi, laboratori, atelier, concept stores e “cool places” nei quali si producono e si commercializzano prodotti di abbigliamento, accessori, oggettistica, editoria veramente innovativi ed accattivanti.” Il tutto prese la forma di una mappa distribuita nei vari punti vendita (autoprodotta, figurati se il Comune di Firenze spreca del tempo ad appoggiare REALMENTE i giovani) e di una serie di iniziative portate avanti…per pochissimo tempo (purtroppo).  locandinainsideIl cappelletto nostalgico serve ad introdurvi un’iniziativa similare che ho scovato qualche tempo fa, che mi ha fatto sorridere e allo stesso tempo piacevolmente notare come a Firenze ci siano ancora realtà innovative che hanno voglia di farsi conoscere in maniera non-convenzionale, autonoma e autogestita (meno male, aggiungo). Si chiama Unusual Florence ed è una mappa di attività uniche, originali e portate avanti da giovani pieni di idee. Un circuito alternativo dove trovare bar, ristoranti, atelier, boutique, saloni di bellezza e librerie dall’appeal insolito, diversi dai soliti spazi a cui siamo visivamente ed esteticamente abituati (almeno qui a Firenze).1376986_1421433424747422_60743984_nSedici le realtà appartenenti a questo giro, equamente distribuite nel centro storico della città, in location più o meno visibili al pubblico, ma comunque facili da trovare. Dopotutto, le cose belle vanno cercate, piccoli tesori nei quali imbattersi mentre cammini distrattamente tra i soliti colossi del Lusso e le solite catene del Cheap. Non passeggio spesso, ma tutti questi posti nei quali mi sono imbattuta hanno catturato il mio sguardo, chi per un motivo chi per un altro, accomunati da un gusto fuori dall’ordinario: dai negozi per bambini con prodotti ricercati, alle boutique vintage ben studiate nel visual, ai caffè-libreria con cucina vegetariana fino a piccoli angoli bio-retrò che servono vino in calici di cristallo rubati alla nonna…e messi anche in vendita!1377181_1422001751357256_1471941704_n

Un percorso ben studiato ed una serie di attività dal sapore europeo che per un attimo fanno pensare di essere in un’altra città. Una boccata d’aria fresca e di novità che riaccende le speranze (almeno per me) in mezzo al piattume e all’omologazione imperante (e devastante). Per questo massimo appoggio e divulgazione di questa iniziativa (e delle altre che sicuramente avranno in programma).

1384164_1422002051357226_145515204_n

Alcuni di questi posti li conosco molto bene, altri devo ancora scoprirli. Ma presto li vedrete apparire tra le pagine del blog uno per uno. Intanto ve li elenco (in tutti questi posti potete trovare la comoda mappa cartacea, ma sul FB trovate tutte le info):

AMBLE’, http://www.amble.it/main/

AND COMPANY, http://andcompanyshop.com/

AQUAFLOR, http://www.aquaflorfirenze.com/

BAMBOLE, http://www.bambole-hairdressing.it/

BJØRK, http://www.facebook.com/bjorkflorence

BOUTIQUE NADINE, http://www.boutiquenadine.it/

BOUTIQUE NADINE, http://www.boutiquenadine.it/

BRAC, http://www.libreriabrac.net/brac/

CERI VINTAGE, https://www.facebook.com/CeriVintage

CUP OF MILK, http://cupofmilkfirenze.blogspot.it/

I VISIONARI, http://ivisionari.com/

MAGAZA, http://magazaimagearchive.com/

MICHELE CHIOCCIOLINI, http://www.michelechiocciolini.it/

OSTELLO TASSO, http://ostellotassofirenze.it/

VOLUME, http://volume.fi.it/

100% BIRBE, http://www.100birbe.com/

Quando passate da Firenze, cercate la mappa di Unusual Florence…almeno, oltre ai soliti ed immancabili giri turistici, potrete perdervi in qualcosa di nuovo. Finalmente!!! (e se fate delle foto usate #unusualflorence per condividerle…) 😉