Agenda Sfashion: appuntamenti per conoscere, toccare e capire!

C’è del fermento nell’aria. Un fermento creativo, un fermento informativo, un movimento attivo che nel mese di aprile si risveglia e dà vita ad un sacco di eventi, iniziative, talk e mostre dedicate all’ “altra moda“. Aprile, come ormai sapete da 6 anni, è il mese dedicato alla Fashion Revolution Week (se ignorate di cosa sto parlando, potete rileggere questo articolo), eppure gli appuntamenti interessanti non aspettano la settimana che va dal 22 al 28, ma sono già iniziati. Ecco perché mi sembra doveroso citarvene alcuni. Ieri c’è stato da C.L.A.S.S. il “Class Action“, ovvero delle presentazioni gratuite introduttive sul mondo dell’innovazione responsabile (sì, lo so che è già passato ma sul sito ci sono anche altri appuntamenti, per cui se siete interessati andate a controllare). E’ iniziato ieri, ma durerà fino al 14 aprile, il progetto Isola Critical Lab in quel di Milano.

ISOLA CRITICAL LAB – 9/14 aprile – milano

Una settimana, quella del Salone del Mobile, in cui lo spazio di un ex ristorante abbandonato situato in Via Pepe 38 nel Quartiere Isola prende vita e si rianima per ospitare un temporary store completamente dedicato alla moda sostenibile ed al pensiero critico. Marchi, designer, sarti, stilisti si ritrovano uniti per questa occasione per mostrare, parlare e “fare” praticamente attraverso una serie di workshop dedicati a quelle che sono le tecniche che stanno dietro alla realizzazione dei capi finiti. Un programma di eventi ricco dove poter apprendere in maniera empirica quelle che sono le tecniche di tintura, batik, patchwork e sartoria base, adatti sia ad un pubblico adulto sia di bambini. Ad esporre le loro creazioni, poi, una selezioni di marchi italiani che hanno fatto della sostenibilità e del recupero la base del loro processo creativo: Laboratorio Lavgon, Sassi, Emina Batik, Bottega Gazpacho, Kiyoko Hosoda, Sartoria Ismara, Nicoletta Fasani, Serigne, Heka Couture di Madame Ilary e Djamil Tarou Urban Style. Il tutto è corredato anche da una piccola area espositiva dedicata al lavoro del duo artisticoNabla&Zible, street artist della scena milanese fin dagli anni 2000, conosciuti per il loro “Pensiero Fluido”, che esporranno in questa sede insieme ad altre opere pensate per l’occasione. Insomma, in mezzo al design del Fuori Salone, questo è uno spazio che merita attenzione…e che invoglia anche all’azione! 😉

Sustainable Thinking – 12 aprile 2019/8 marzo 2020 – Museo Ferragamo, Firenze

Quella che si inaugurerà domani 11 aprile a Firenze e che aprirà al pubblico il giorno successivo è una mostra unica nel suo genere. Sustainable Thinking è un progetto che parla di arte, artigianalità, di saper fare, di nuovi materiali, di design circolare e soprattutto della bellezza che si cela dietro alla sostenibilità. E’ un percorso narrativo che parte dalle pionieristiche intuizioni di Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, fino alle più recenti innovazioni a tema green. La mostra ospita opere di artisti e fashion designer nazionali ed internazionali che presentano la propria chiave di lettura sul recupero di un rapporto  con la natura e la sua profonda relazione con l’artigianalità, l’impiego di materie organiche e il riuso creativo, per valorizzare l’importanza di un impegno collettivo ed invitare ad un un modo di pensare più consapevole e decisamente condivisibile. Un racconto visivo fatto di storia, scoperte, innovazioni e tecniche antiche rimesse in auge per raggiungere un obiettivo comune: quello di pensare alla sostenibilità non come un valore aggiunto, ma come un valore imprescindibile legato al bello. Il progetto è stato ideato da Stefania Ricci (direttrice del Museo Ferragamo) e sviluppato con l’aiuto di Giusy Bettoni (che è la meravigliosa mente dietro a C.L.A.S.S.), Arabella Natalini, Sara Sozzani (Vogue Talents) e Marina Spadafora (responsabile, tra l’altro, di Fashion Revolution Italia). Un progetto importante per contenuti e valore artistico ma anche educativo e sociale, al quale tengo molto perché all’interno della mostra è presente l’opera di un brand toscano con il quale collaboro da due anni: Verdura Shoes è parte di questa esposizione con una creazione speciale che ho avuto il piacere di seguire dall’idea alla sua realizzazione finale, comprese un paio di direttive su come esporre l’opera (e a dire il vero l’ho pure testata indossandola quando era ancora un prototipo 😉 ). Insomma, avete un anno di tempo per vederla, ma io fossi in voi non me la farei scappare…

Fashion Revolution Week – Italia

La Fashion Revolution Week si avvicina. Il movimento è globale, internet e la rete sono i mezzi più diretti per dialogare con i marchi e chiedere trasparenza con il tag #whomademysclothes, ma le attività offline sono comunque tantissime. Anche in Italia. Sono sempre di più le iniziative che vengono proposte durante questa settimana e anche il nostro Paese si dà da fare per diffondere, far conoscere e parlare di questa rivoluzione in atto tramite eventi di varia natura. Proiezioni di film, swap party, mercati e residenze artistiche: quest’anno ce n’è davvero per tutti i gusti (la lista completa degli eventi nazionali ed internazionali sono visionabili sul sito fashionrevolution.org).

LottoZero a Prato offre una residenza per un designer / marchio di moda per venire nel distretto produttivo di Prato a conoscere il quartiere, la storia, i principali attori della produzione tessile e della moda; constatare con mano chi fa i loro vestiti con l’obiettivo di procurarsi almeno un materiale o di produrre almeno un nuovo oggetto in zona. (Qui tutte le informazioni sul bando e come partecipare). Il 23 aprile ci sarà la proiezione del film “Fashion Victims” di Chiara Cattaneo e Alessandro Brasile al Cinema Mexico in via Savona a Milano. Il documentario è la fotografia delle vere vittime della moda, lavoratrici indiane del mondo Fashion, che sono costrette a lavorare in condizioni pessime, senza contatti con il mondo esterno, senza stipendio mensile e lontane dalle loro famiglie. Le storie vere di vite-non vite di chi quotidianamente lavora per produrre quello che indossiamo ogni giorno. In quel di Brescia, invece, sabato 27 aprile in Piazza Mercato,  Hopificio Associazione Culturale ospiterà BENE MI FA PIACERE Green&Revolution Market, un evento che ospiterà artigiani, workshop, talk e laboratori. Un’occasione per scoprire prodotti fatti a mano nati dalla creativitá e dal riuso intelligente, per conoscere meglio l’abbigliamento sostenibile e valorizzare gli oggetti che entrano nelle case riconoscendone la storia. Appuntamenti diversi con un unico scopo: quello di far conoscere le alternative ad un sistema ormai obsoleto e non al passo con le esigenze dei tempi!

Altri eventi vengono aggiunti giornalmente QUI…

Insomma, io due dritte ve le ho date. Adesso tocca voi muovervi…o seguire le mie stories di questi giorni, che in un paio di posti volendo vi ci posso portare pure io virtualmente 😉

(Ah…se vi capita oggi comprate “il giornale” o “la nazione” che nell’inserto speciale c’è una mini intervista sull’argomento alla sottoscritta!

3 pensieri su “Agenda Sfashion: appuntamenti per conoscere, toccare e capire!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.