Creare il movimento (di donne, di moda e del fare rete intelligente)

Sfashion non è solo un libro, è un percorso. E’ un cammino iniziato tanto tempo fa quando cominciai ad avere i primi conflitti con il mondo della moda, ci ho messo un puntino quando mi sono licenziata dalla prima azienda perché non sopportavo il sistema, ci ho messo un altro punto importante con l’uscita del libro e sto continuando a mettere puntini ogni singolo giorno della mia vita. Ogni tanto, nonostante l’obiettivo sia chiaro e la motivazione presente, mi prende la sfiducia, la stanchezza, la fatica e quell’atteggiamento tipico dell’essere umano accomodato sulla vita che dice: “Tanto qui non cambia niente, cosa ti agiti a fare?”. Eh…appunto!

Poi accadono giornate come quella di martedì scorso a Milano e mi riprendo immediatamente. Sono stata in riunione con le donne di Connecting Cultures, tre meravigliose teste che lavorano sulla cultura, sull’arte, sulla moda e sulla sostenibilità; sono loro che organizzano il corso Out Of Fashion (corso di formazione di cui vi ho parlato a inizio anno), che hanno pubblicato il libro Fashion Change e che si muovono costantemente per costruire “un’altra moda“. Anna Detherige, Chiara Lattuada e Paola Baronio (la penna dietro La Mia Camera con Vista) sono molto diverse tra loro, ma la loro diversità è una sinergia che combinata insieme riesce a dare vita ad un sacco di cose. Mentre eravamo a pranzo ci ha raggiunto un’altra donna incredibile, è entrata nel locale imbacuccata dalla testa ai piedi (perché si muove solo in bici) sentenziando con un sorriso “Sfido chiunque ad essere vestita bene con questo cazzo di freddo”. Benedetta Barzini è un pezzo di storia della Moda, modella, giornalista, docente in università ma soprattutto una rivoluzionaria indipendente che non ha nessun tipo di problema a dire la sua e ad andare contro corrente (sì, ci siamo trovate immediatamente). Passare cinque ore con queste donne a parlare di moda, arte, convegni, progetti, libertà, indipendenza è stata una boccata d’aria fresca, un’iniezione di motivazione (se c’è chi ha ancora la forza per spingere verso un cambiamento a 74 anni perché dovrei mollare io a 38?!?) e  tutto mi è ritornato chiaro: io da sola non cambio niente, ma quando si crea un movimento l’onda che si genera può essere davvero ad alto impatto.

Mi sono quindi venuti in mente i “movimenti” di un tempo, quelli legati alle correnti artistiche, al pensiero filosofico che diventava azione, all’unione di persone che genera cambiamenti. E mi si è palesato davanti un altro interrogativo: siamo in grado, nel 2018, quasi 2019, di generare un movimento sano, attivo, in cui ognuno partecipa con la sua voce e con i suoi mezzi verso un obiettivo comune senza bisogno di proteggersi dalle “copie”, senza fare a gara a chi arriva primo, senza essere gelosi delle proprie scoperte e dei propri traguardi, comportandosi in un modo etico? Fare rete è importante, fare rete in maniera intelligente e corretta è fondamentale. Anche in questo modo dedicato alla diffusione dell’ “altra moda” e altri stili di vita c’è, purtroppo, chi fa a gara ad arrivare per primo, chi è geloso del proprio micro-mondo, chi tiene le proprie scoperte per sé e chi guarda fondamentalmente al suo orto e al suo business spesso agendo in maniera poco corretta. Ecco, io mi dissocio! Lo scopo è la diffusione per generare cambiamenti, ognuno con il suo tono di voce, il proprio metodo e le proprie competenze. C’è spazio per tutti e soprattutto riguardo a certe tematiche più se ne parla (in maniera intelligente) meglio è. Quindi via libera ai movimenti, alle collaborazioni, al fare rete e sviluppare progetti sempre più in grande. Questo è quello che mi spinge a continuare e quello che porterà svariate novità e collaborazioni per il 2019…;)

Con questo pensiero di fine anno (il prossimo post sarà di Federica e poi ci risentiamo direttamente ad anno nuovo), vi ringrazio per l’interesse verso questa rubrica, vi ricordo che il libro (Sfashion) è sempre disponibile, che la rubrica Sfashion è tutti i mesi anche in edicola tra le bellissime pagine di I like it Magazine e che se avete qualche argomento che vi interessa approfondite me lo potete scrivere QUI! Io vi ascolto, prendo appunti e provo rispondere alle vostre curiosità… +movimento +rete +sfashion per tutti!!!

2 pensieri su “Creare il movimento (di donne, di moda e del fare rete intelligente)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.