Buccia di banana/Torte splatter (per forti di stomaco)

Ogni occasione è buona per festeggiare, dal più semplice del compleanno fino all’ultimo divorzio (sì, ne avevo scritto un post qualche tempo fa); ma le vie del cake design sono infinite!!! Quando si entra nel campo “futura-neo-mamma” ero rimasta ferma all’importazione del “Baby Shower“, ovvero la festa per il bambino in arrivo, ma ho dovuto amaramente constatare che ci sono state delle dolci e raccapriccianti evoluzioni: torte che partoriscono!

Anche questa nuova usanza è importata da oltre oceano, loro sì che con le feste ci sanno fare. E anche con le esagerazioni. Perché per festeggiare il sacro momento del parto e l’arrivo del nuovo nato un profiterol è veramente una miseria! Ci vuole ben altro, poco importa se questo altro è un incrocio tra un film splatter e un testo di universitario di anatomia con tanto di dettagli e rifiniture. Ed ecco arrivare simpatiche torte a forma di vagina (per rimanere in tema con il trend della stagione) con tanto di teste che spuntano da dentro, accompagnate da tutto il contorno tipico di quel momento felice!! 

Ce ne sono di mille varianti e di tutti i colori: dal parto podalico al cesareo con tanto di mani di chirurgo inserite…nella composizione della torta, fino a quelle con scritto PUSH IT…e subito parte la colonna sonora delle Salt’n’Pepa! (magari) La creatività dei pasticceri, anzi pardon, dei cake designer, è davvero senza limiti e tra sciroppi di colore rosso e paste di zucchero color pelle sono arrivati a fare davvero dei capolavori iper-realistici che meriterebbero di essere esposti al museo delle cere nella sezione “scene di vita vera”. Con placenta o senza…

Alcuni di loro, per rendere il tutto ancora più interattivo, ha escogitato appositi congegni che simulano addirittura il momento dell’espulsione…

E subito passa la voglia di mangiarla!!! O_o Ora, io provo a capirne l’aspetto ludico e sono al corrente che lo splatter, come l’horror, ha la sua nicchia di seguaci da sempre, ma che ad una donna che sta per partorire tu le proponga un bel dolce con ritratto ciò che la aspetta (o che ha appena passato), ecco, mi sembra davvero poco carino. In ogni caso, contente loro…io continuo a preferire un bel babà!!! 😉

—>Per maggiori informazioni sui gruppi di mamme estreme vi consiglio di seguire, per chi non lo conosce, il Signor Distruggere. Lui ha la faccenda molto più chiara di me…