LA COSPIRAZIONE DELL’AVOCADO PART.2

Ma l’avocado di cosa sa?!?

STORIA IN 3 PIATTI E 3 PUNTATE: LA COSPIRAZIONE DELL’AVOCADO PT. 2

[puntata precedente] Certo non era facile reperire informazioni al riguardo, informazioni più approfondite, informazioni delicate, informazioni segrete. Una lucina brillò in fondo al suo sguardo: Panda999, ecco la soluzione. Panda999, il cui nome era in realtà Matteo, era stato un suo compagno di università; la sua passione per gli studi, però, era niente in confronto a quella per i sistemi informatici, che aveva approfondito a fondo fin dall’adolescenza diventando un piccolo pirata della rete. Non di quelli cattivi, o meglio, non fino a quando non ce n’era bisogno. Ai tempi lo aveva aiutato a falsificare un paio di voti agli esami e a scoprire la relazione che la sua ex aveva portato avanti per tre anni, quella stronza! Prese subito in mano il telefono: “Stasera da Bongo? Ho una missione per te“. La risposta non si fece attendere: il classico pollice in su (quello nero). Poche parole, massima efficienza. La giornata passò velocemente saltano da un sito all’altro: coltivatori, distributori, multinazionali spacciatrici di avocado in tutto il mondo; una lobby gigantesca che dall’ America produce infinite varietà del frutto a forma a pera (o anche di testicolo, infatti scoprì che lo stesso nome, in lingua Atzeca, indicava anche le palle maschili…che stranezza!). HealtyLife, grossa compagnia Americana con sede operativa nel cuore del Messico, si rivelò il più grande distributore di avocado…

Ciao Gabri” – “Bella Panda, che si dice?” – “Non mi lamento, il lavoro è una merda, ma a fine mese arriva comunque lo stipendio in banca.” – “E ti pare poco?“. Si accomodarono in un tavolo faccia muro e vista parcheggio; il Bongo era un loschissimo locale per camionisti, di quelli lungo i nodi stradali che portano all’autostrada; un buco, tavoli di legno, bancone lungo, servizio imbarazzante fatto dalla moglie del proprietario, Ida, una signora sempre scoglionata dai capelli sale e pepe portati in una crocchia bassa, moscia, proprio come la sua flemma giornaliera. Però Gino faceva degli hamburger da paura a prezzi più che onesti. “Quindi?” li interpellò Ida con la voglia di vivere sepolta sotto ai piedi. “Io un bacon burger e una birra media” – “Per me un avocado burger con patate ed un’acqua naturale”. Annotò con lentezza e con lentezza si avviò in cucina. “Da quando sei diventato salutista, Panda?” – “Da sabato, dopo l’ultima sbornia dopo la quale mi sono ritrovato a casa con tre donne di cui ignoravo perfino il nome” – “Ahahah, poteva andarti peggio. Potevi tornare a casa senza un rene!” – “Fai poco lo spiritoso, odio perdere il controllo. E lo sai. Quindi? Di che si tratta la missione? Spero qualcosa di interessante, che non ne posso più di entrare nei sistemi operativi delle università per falsificare esami. Questi studenti non hanno veramente voglia di fare un cazzo….però pagano“. Si concesse un sorriso, il suo modo non propriamente illegale di arrotondare lo stipendio in realtà gli piaceva da morire. “Avocado. C’è qualcosa sotto. E io voglio scoprirlo.” Panda999 lo fissò con la faccia perplessa allora Gabriele iniziò a esporgli i suoi dubbi e le sue teorie sulla massiccia distribuzione di questo frutto e sul sospetto che in realtà lo usassero come mezzo per colpire gli esseri umani con qualcosa di strano. Tirò fuori un pacco di fogli stampati, articoli di giornale in cui si evidenziava un aumento della sterilità ed un precipitoso calo di nascite proprio negli stati con maggior consumo di avocado, prima su tutte una cittadina messicana. Guarda caso sede della HealtyLife. “Hai ricominciato a drogarti?” – “Non ho mai smesso. Ti prego, devi aiutarmi ad andare a fondo a questa cosa“. Gli occhi di Panda si aprirono improvvisamente, mostrandoli grandi come Gabriele non li aveva mai visti (Panda aveva sempre l’occhio a mezz’asta, corredato da prepotenti borse nere). “Sei pazzo fratello, ma la cosa mi intriga“. Ida arrivò poggiando i piatti sul tavolo. Panda fissò il suo avocado burger. “E ora che faccio. Lo mangio o lo scanso?” – “Vedi tu...” [continua]

AVOcado burger fatto con amore da cucinamo firenze

Un pensiero su “LA COSPIRAZIONE DELL’AVOCADO PART.2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...