Ciaccioni silenziosi

“Morgatta…mi spiano sui social!!! Non solo il mio ex-ragazzo dal quale mi sono lasciata già tre anni fa, ma anche delle mie “amiche” che non frequento più o con le quali in passato ho litigato, o anche conoscenti che quando incontro per strada sanno tutto di me e me lo ripetono fieramente ma che non si fanno vivi con nessun tipo di interazione sul web. Mi seguono su instagram, vedo che guardano le mie stories, che mi spiano da lontano senza mai mettere un like o dare segno della loro presenza. Ma che senso ha tutto ciò? Non potrebbero semplicemente farsi la vita loro e lasciare perdere la mia? E’ così divertente guardare cosa faccio? Marika”

Diceva un vecchio detto:

Quindi, cara Marika, stai tranquilla, lo spionaggio fa parte degli usi e costumi di quest’epoca malata di esibizionismo, dove la vita si vive in parte off-line ma viene esposta in gran parte online. Quelli che tu mi descrivi nella tua mail sono quelli che io chiamo “ciaccioni silenziosi“, ovvero i ficcanaso che senza proferire like seguono ogni movimento che avviene in rete, in maniera subdola e costante. Sono quelli che non solo spiano e guardano, ma commentano pure con gli ALTRI amici o conoscenti di quello che tu fai o non fai, usandoti come perfetto argomento di conversazione. Dà fastidio eh? In parte sì, in parte lasciali guardare e parlare, evidentemente si tratta di persone che non hanno una vita abbastanza interessante e devono intrattenersi con quella altrui, esattamente come se stessero guardando una serie televisiva. O sono semplicemente affetti da voyeurismo internettiano, che non è una malattia grave, ma che rompe le palle a chi la subisce. E a questo proposito la contro-domanda è lecita: ma tu, gli altri, non li spii mai?!? 😉

La curiosità è il movente di tutti: amici che non vedi più, quelli con i quali hai litigato e pure quel tuo ex fidanzato, che nonostante siano passati tre anni, forse non ha ancora risolto la questione e ha bisogno di vedere cosa fai, dove vai e soprattutto con chi stai…nel caso in cui tu ti fossi rifatta una vita sentimentale senza di lui! Esiste anche una legge che punisce con pene fino a tre anni di carcerechi abusa di queste piattaforme per controllare i propri amici o la dolce metà“; sono già partite milioni di querele di mogli ed ex mariti che hanno superato i confini dello spionaggio leggero e sono diventati veri e propri invasori del mondo virtuale altrui. Ora, questo non mi sembra il tuo caso e non mi pare valga la pena di mettere su una causa per un po’ di amici ficcanaso!

Ecco, io credo che l’unico modo per tutelarsi rispetto a questi simpatici spioni del web, che ci sono e ci saranno sempre, sia quello di condividere solo quello che vogliamo sia visto da TUTTI; che sì, esistono delle impostazioni della privacy per far vedere certi contenuti solo a certe persone (amici, amici stretti, amici lontani o quelli vicinissimi), ma in un modo o nell’altro c’è sempre il modo per venire a farsi i fatti tuoi: basta guardare il tuo profilo da quello di un altro e il gioco è fatto. Insomma, il buon senso tuo e qualche accortezza in ciò che condividi dovrebbero essere più che sufficienti per proteggere le tue informazioni. E sennò lasciali guardare e fregatene!!! 😉

O no? Voi siete ciaccioni silenziosi o “vittime” di spionaggio? In diretta alle 18.20 circa su radio m2o ne parliamo insieme a LaMario! Aspettiamo i vostri commenti…e buon fine settimana, con ponte o senza! Baciii