Dieta (senti)mentale pt.2

“Le diete iniziano il lunedì e generalmente finiscono il venerdì sera, per ricominciare il lunedì successivo!”

STORIA IN 3 PIATTI E 3 PUNTATE: DIETA (SENTI)MENTALE PT.2

[puntata precedente] “Mario…Mario è meraviglioso e divertente, ma ha qualche problema…” – “Ma senti chi parla” – manca poco Sandra si strozza – “Miss trovo-i-problemi-a-tutti-pur-di-non-confondermi-con-nessuno” – “Non è colpa mia se ho degli standard alti e nessuno mi convince. Prima di mescolarmi con il primo cretino, preferisco stare da sola.” – “Certo, e stare a dieta di uomini per anni…“. Nel frattempo però la scarpetta nel piatto se l’era fatta, ecco perché Sandra si alzò a toglierlo da sotto alle mani dell’amica, che non gradì completamente la cosa…

Lo vedi che ti fa male stare a dieta? Perché sai di esserlo, ti forzi a non fare certe cose e comunque appena puoi le fai…a cazzo! Non sarebbe meglio adottare un regime di vita sano, senza esagerazioni ma che non ti priva comunque di piccoli piaceri?” – “Parli di cibo o di uomini?” – “Entrambi! Non vedi come ti sei ridotta? Sempre a dieta, sempre senza un uomo, vita sentimentale vicina a quella di un monaco tibetano, ma senza aver raggiunto lo Zen“. “Mi stai facendo chiudere lo stomaco“, brontolò Linda sfoderando il musino da gatto fradicio che miagola fuori dalla porta. In quel momento Sandra si sentì un po’ in colpa per averle detto tutto in maniera così diretta; certo, non era la prima volta, ed in fondo per scuotere quella testona le maniere troppo dolci non avevano mai funzionato. “Ma nooo, vedrai come ti si riapre con questa“, la rassicurò mentre armeggiava tra le pentole e azionava il frullatore. Linda aveva lo sguardo perso nel vuoto, arrotolato in pensieri sconclusionati: la sua vita solitaria da 7 anni, il lavoro, la dieta, Mario e i suoi difetti, l’astinenza da zuccheri che la stava uccidendo, le cosce grosse che non riuscivano a sgonfiarsi, Mario però che palle che fosse così criptico e poco comunicativo, però…forse, quella che non comunicava era lei…lei e le sue stramaledettissime insicurezze.

Crema di asparagi con caprino e yogurt con semini vari” – “Azz e come siamo diventate brave in cucina…certo, formaggio e latticini anche qui, però…” – “La pianti? Dopo c’è anche il dolce per tua informazione.” – “Ottimo!” Mise in bocca un cucchiaio di quel miscuglio verde e bianco…”Lo sai qual è la verità? E’ che non ho voglia di sentirmi dire NO. Non ce la faccio e non ho voglia di espormi. Ecco” [continua]

CREMA DI ASPARAGI, CAPRINO E YOGURT DI CUCINAMO